Sezione Arbitri Arezzo

Arbitro Club

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
buildingPiazzale Lorentini - 52100 Arezzotelephone_red 0575 370999   email_open_image arezzo@aia-figc.it

Irene Fabbri ci racconta il raduno Talent Women Referee

E-mail Stampa PDF

Irene Fabbri

Non accettare come privilegio ciò che ci è concesso per diritto”: sono state queste le parole del Responsabile del Settore Tecnico Alfredo Trentalange che hanno fatto da sfondo a questa indimenticabile esperienza, formativa sia dal punto di vista “professionale” che atletico.

Sabato 3 e domenica 4 febbraio si è svolto nella suggestiva location del Centro Tecnico Federale di Coverciano, il tempio del calcio italiano, il terzo raduno Talent Women Referee al quale hanno partecipato 40 ragazze provenienti da tutte le regioni italiane, giovani arbitri con età media inferiore ai 23 anni, in forza sia agli Organi Tecnici Regionali sia a quelli Sezionali.

Il programma delle due giornate curato dal Coordinatore Marcello Marcato aveva come obiettivo principale, non solo quello di dare un incisivo contribuito alla formazione tecnica ed atletica di noi giovani arbitri, ma anche quello, più importante, di lanciare un messaggio forte al mondo delle donne: le porte sono aperte, il prossimo traguardo per la nostra Associazione è quello di vedere una terna in Serie A tutta in rosa. Lo stesso Componente della CAI Tiziano Reni, in un suo brillante intervento, ha affermato che oggi il movimento femminile non è staccato da quello maschile: siamo arbitri, non donne e questo deve essere il punto di forza, la grande convinzione da cui partire per raggiungere i più ambiti obiettivi.

Le lezioni in aula, tenutesi in entrambi i giorni, sono state incentrate soprattutto sull’analisi e sulla correzione dei video-quiz tecnici; i dibattiti sono stati accesi, costruttivi e coinvolgenti grazie anche alla professionalità del Viceresponsabile del Settore Tecnico Duccio Baglioni e del Responsabile del Modulo Perfezionamento e Valutazione Tecnica Enzo Meli.

La domenica mattina, dopo la misurazione di peso e altezza, è stato tenuto, presso uno dei campi di Coverciano, lo Yo-yo Test sotto la supervisione del Viceresponsabile del Settore Tecnico Francesco Milardi e di Gilberto Rocchetti del Modulo di Preparazione Atletica: proprio la preparazione atletica deve rappresentare uno dei punti di forza, la carta da giocarsi affinché la crescita sia una reale possibilità di miglioramento.

Un momento indimenticabile è stato l’intervento del tutto inaspettato di Carina Vitulano che, attraverso la propria esperienza, ci ha raccontato di come le partite si “vincano a gioco fermo”.

Il raduno si è concluso, dopo un toccante ricordo di Stefano Farina attraverso la proiezione di una sua speciale intervista, con i racconti di altre due eccellenze rosa dell’AIA: la dottoressa Antonella Maglietta del Modulo Bio Medico e la fisioterapista Patrizia Passini, che hanno sottolineato la necessità di abbandonare la cultura degli alibi a favore di quella della rivendicazione della parità di possibilità.

Sono orgogliosa di aver partecipato a questo splendido raduno e di aver rappresentato la mia regione (eravamo solo 3 toscane) e la mia sezione che mi ha sempre supportato da quando ho iniziato questa splendida avventura. 

Irene Fabbri e Alfredo TrentalangeTalent Women RefereeTalent Women Referee 2

Ultimo aggiornamento Mercoledì 07 Febbraio 2018 23:42
 

Massimiliano Irrati e "il coraggio di non mollare"

E-mail Stampa PDF

Irrati e Cerofolini

La forza di resistere ai cambiamenti, la dedizione nel perseguire un obiettivo e l’ostinazione nel portare al termine il proprio compito, dentro e fuori dal campo: sono queste le principali caratteristiche del buon arbitro secondo Massimiliano Irrati, l’arbitro internazionale in forza all’organico di CAN A ospite della Sezione di Arezzo. Nella riunione plenaria di giovedì 1 febbraio presso ArbitroClub, l’arbitro pistoiese ha piacevolmente intrattenuto i circa 100 associati aretini presenti con i suoi racconti, i suoi consigli, ma anche la sua semplicità, la sua cordialità e disponibilità nel rispondere alle numerose domande giunte nel finale di serata.

Dopo un avvincente monologo nel quale ha raccontato esperienze, aneddoti e difficoltà inevitabilmente affrontate durante la propria carriera, riferendosi ai più giovani e agli arbitri dell’ultimo corso ha detto: “dimostrate un grande coraggio ad essere qua, avete fatto una scelta importante che vi deve rendere orgogliosi”. Massimiliano Irrati, servendosi della sua capacità oratoria, ha fatto capire che non si nasce arbitri di Serie A, ma che ogni traguardo raggiunto è frutto del duro lavoro svolto negli anni, della voglia di non mollare anche dopo le cadute più “dolorose”.

Il riuscire a reagire positivamente ai cambiamenti è stato infatti l’aspetto cruciale della sua carriera e perciò il fischietto di origini fiorentine ha più volte voluto porre l’accento: le bandierine elettroniche incontrate al suo arrivo in Serie C, l’auricolare disponibile dalla Serie B o il VAR introdotto quest’anno, sono esempi di strumenti che cambiano il modo di arbitrare e che, allo stesso modo, lo migliorano. L’arbitro moderno deve quindi essere in grado di mettersi in gioco, sempre pronto a convivere con le innovazioni, anche tecnologiche, che il calcio vive.

L’arbitro deve infine essere colui che, in talune circostanze, trovandosi al posto giusto nel momento giusto, deve prendere le decisioni più impopolari, anche a costo di essere osteggiato da entrambe le squadre: su questo aspetto sono stati inoltre proposti dei video che hanno visto protagonista lo stesso arbitro internazionale e sul quale i giovani arbitri aretini sono stati coinvolti in un’entusiasmante e coinvolgente discussione.

Coraggio, passione e impegno sono le massime che la folta platea ha potuto cogliere grazie a Massimiliano Irrati al quale vanno un grande in bocca al lupo e il forte ringraziamento da parte del Presidente Sauro Cerofolini e di tutta la Sezione di Arezzo.

Rto Irrati 1Rto Irrati 2Irrati 4

Ultimo aggiornamento Martedì 06 Febbraio 2018 11:00
 

A Marco Scatragli il posticipo di Serie B

E-mail Stampa PDF

Scatragi raduno inizio stagione 1718 divisa rosa

 

Ancora una gara di cartello per Marco Scatragli che lunedì 12 febbraio alle 20:30 sarà impegnato in PALERMO-FOGGIA, posticipo della quarta giornata di ritorno di Serie B.

La squadra siciliana è una delle tre compagini che guida il campionato, mentre quella pugliese è attualmente situata in zona playout. 

Marco assisterà Eugenio Abbatista della Sezione di Molfetta insieme a Enrico Caliari di Legnago, mentre il IV uomo sarà Ivan Robilotta di Sala Consilina.

A Marco, e a tutta la quaterna arbitrale, va un grosso in bocca al lupo da parte di tutta la Sezione di Arezzo. 

 

Ultimo aggiornamento Venerdì 16 Febbraio 2018 18:12
 

Designazioni di domenica 11 febbraio

E-mail Stampa PDF

designazioni arbitrali-1

L'arbitro CAI Lorenzo Maccarini sarà impegnato in provincia di Lecco nella partita di alta classifica NIBIONNOGGIONO-VILLA D'ALMÈ VALDEMBRANA che vedrà scontrarsi la seconda e la quarta in classifica del girone B di Eccellenza lombarda. 

Passando alle designazioni regionali saranno impegnati 16 arbitri e 11 assistenti. 

L'unico arbitro designato in Eccellenza sarà Juri Gallorini che dirigerà AGLIANESE-ZENITH AUDAX, mentre saranno 4 gli assistenti impegnati: Prancesco Pepe e Luca Salvadori assisteranno nel derby aretino BALDACCIO BRUNI-CASTIGLIONESE, mentre Andrea Pacifici e Fabio Marconi scenderanno rispettivamente in campo in GAMBASSI-SAN MARCO AVENZA e VALDARNO FOOTBALL CLUB-BADESSE CALCIO. 

In Promozione infine segnaliamo la terna aretina formata da Matteo Mangnai, Marco Liberatori e Andrea Brocchi che dirigerà SAN QUIRICO-PECCIOLESE 1936.

Di seguito le designazioni degli aretini impegnati domenica. 

Ultimo aggiornamento Sabato 10 Febbraio 2018 15:30 Leggi tutto...
 

Esordio in Serie A per Niccolò Pagliardini

E-mail Stampa PDF

Pagliardini polo2018

Gori polo nera 20172018Da poco lasciato il fischietto e per Niccolò Pagliardini è già Serie A!

Domenica 11 febbraio alle ore 15 Niccolò esordirà in TORINO-UDINESE, gara valevole per la 24° giornata del Campionato di Serie A

Ma le belle notizie non finiscono qui! Per la stessa gara è stato designato anche il nostro Lorenzo Gori in qualità di primo assistente. Dopo JUVENTUS-MILAN, giocata nel maggio del 1999, torna una coppia di assistenti aretini designati nella stessa partita: in quell'occasione toccò a Sauro Cerofolini e Ciro Camerota portare in alto la bandiera della Sezione di Arezzo, il caso vuole sempre in quel di Torino. 

La sestina sarà completata da Abisso, dal IV uomo Marinelli, mentre Maresca e Pillitteri saranno rispettivamente impegnati nel VAR e nell'AVAR. 

Al nostro Niccolò vanno i complimenti per il prestigioso traguardo raggiunto e un grande in bocca al lupo da parte del Presidente Sauro Cerofolini e di tutti gli Associati della Sezione di Arezzo

Ultimo aggiornamento Giovedi 08 Febbraio 2018 17:56
 


Pagina 2 di 47