Raduno OTS

La nostra Sezione, seguendo quanto fatto negli ultimi anni dalla CRA Toscana, ha testato in una settimana tutti gli associati a disposizione dell’Organo Tecnico Sezionale. L’inizio ha visto all’opera gli arbitri selezionabili, giovani con un’età inferiore ai 23 anni, che hanno vissuto le due giornate di venerdì 8 e sabato 9 settembre nella cittadina di Caprese Michelangelo, paese natale di Michelangelo Buonarroti. Successivamente la domenica mattina presso Arbitro Club è stata la volta degli osservatori arbitrali coordinati dal Vicepresidente Daniele Barbagli, mentre, in pista prima, in aula poi, si sono radunati gli arbitri non selezionabili. Una tre-giorni intensa con lezioni pratiche in campo, quiz regolamentari, test atletici, allenamenti, analisi di video, illustrazione del codice etico e della circolare numero 1, a cui ha contribuito tutta la squadra dei Consiglieri Sezionali capitanata dal Presidente Sauro Cerofolini. Molto interessante l’intervento dell’arbitro CAN B Marco Piccinini della Sezione di Forlì che ha intrattenuto i ragazzi selezionabili con entusiasmo, competenza e simpatia. Cruciali le disposizioni tecniche ed associative impartite dal Designatore OTS Simone Ghiandai, i contributi di altri associati illustri della Sezione come l’assistente CAN A Lorenzo Gori, l’assistente CAN B Niccolò Pagliardini e il Vice Commissario CAI Andrea Guiducci. Sono intervenuti inoltre il Formatore del codice etico Marco De Lucia e il Rappresentante presso il giudice Sportivo Nicola Castigli, riportando preziosi consigli sul comportamento e sulla compilazione del rapporto di gara. Assai apprezzata la relazione dei colleghi Dott. Paolo Ricciarini e di Niccolò Pagliardini, Fisioterapista e Referente regionale per la preparazione atletica, sul tema “Alimentazione e traumi muscolari dell’arbitro”. Precisa anche l’illustrazione degli adempimenti “burocratici” del Segretario Marco Pancioni. Simpatico e commovente è stato il saluto dell’ex Vicepresidente Sandro Sarri, che, nominato Componente del Servizio Ispettivo Nazionale AIA, ha passato il testimone del vicariato al Vicepresidente Tommaso Ceccarini, in una staffetta tra giovani dirigenti sezionali. Qualitativamente importante ed apprezzato è stato l’intervento del collega Lorenzo De Robertis, Osservatore CAN C, sui “formatori sezionali” e sulla loro centralità per la crescita degli arbitri. Nel complesso un lavoro intenso ed interessante a cui hanno contribuito anche alcuni colleghi operanti in ambito regionale e validi collaboratori sezionali. Prima del classico rompete le righe l’augurio del Presidente Cerofolini affinché sia un’annata positiva per tutti quanti scenderanno in campo, dalla Serie A alle categorie giovanili, convinto che Arbitro Club abbia mille risorse e che ci siano numerosi associati vogliosi di sfruttarle.

Autore dell'articolo: admin